imagedi Caterina Della Torre E’ da tempo che predico che non si po’ parlare sempre di donne tra donne perché si rischia l’autoreferenzialità, soprattutto in un settore prettamente maschile come quello tecnologico. Ma ora che questo  non è più avamposto dell’uomo, ora che le Leggi tutto... di Caterina Della Torre E’ da tempo che predico che non si po’ parlare sempre di donne tra donne perché si rischia l’autoreferenzialità, soprattutto in un settore prettamente maschile come quello tecnologico. Ma ora che questo  non è più avamposto dell’uomo, ora che le Leggi tutto >>Leggi
image- scritto di Silvana Casellato - Dare  seguito al progetto iniziato il 12 ottobre a Castel Madama, quando abbiamo presentato la nostra associazione, denominata Noi Lilith – gruppo donne di … Continua a leggere →... - scritto di Silvana Casellato - Dare  seguito al
Quando studiavo alle superiori la mia classe si era divisa tra chi parteggiava per Thomas Hobbes e chi invece teneva per John Locke. Per sommi capi diciamo che Locke era il supporter di chi stava a sinistra, contro il determinismo e la concezione ‘homo homini lupus’ del tetro Hobbes, amato invece
imageA proposito del «che fare» con una laurea in Scienze della Comunicazione, ecco l’esperienza di Ilaria: «Cara Prof, mi è venuta voglia di scriverle dopo aver letto la testimonianza di Andrea e la risposta di Dario, perché certe storie vanno raccontate
Niente di nuovo sul fronte digitale: tranne rari casi (rileva su Le Monde Xavier de la Porte  a proposito dei vertici dell’Information Technology) il soffitto di cristallo  continua a frenare le carriere al femminile, replicando quello che già avviene altrove anche tra
" Una femminista si definisca di sinistra o no è di sinistra per definizione. Lei si batte per la piena uguaglianza, per il diritto di essere importante quanto qualsiasi uomo. E' annessa, quindi, alla sua rivolta per l'uguaglianza di generela rivendicazione dell'uguaglianza di classe.... Così la
Tutta colpa degli stili di vita occidentali. Così sono le donne bianche a correre i rischi più grandi di ammalarsi di tumore al seno, seguite dalle donne di colore, che hanno una probabilità ridotta del 15 per cento e dalle asiatiche del Sud per le quali questa percentuale
Un momento, fermi, calma. Perché cresce la sensazione che si stiano usando le parole sbagliate, da parte degli scrittori editi e visibili, per fronteggiare quella che da una parte è una crisi accertata del sistema editoriale così come lo conosciamo, e dall’altra
...... ... Leggi tutto... http://27esimaora.corriere.it/articolo/gabardini-nutella-o-marmellatavanno-bene-tutte-e-due/
imageNei giorni scorsi ho fatto un gioco: ho sfogliato una rivista femminile e ho ritagliato tutti i volti femminili – non importa che fossero su servizi fotografici o su annunci pubblicitari – che avevano più o meno la stessa espressione: sguardo imbambolato (o stordito o del
L'altra sera a teatro incontro una cara amica, regista e drammaturga, che da anni lavora in palcoscenico, che non si risparmia fatiche per dare alla luce spettacoli di ottima fattura, che però non sempre approdano nelle sale maggiori. La mia cara amica, di cui non faccio il nome
Penelope è arrivata all’ospedale di Grenoble con gli occhi gonfi di pianto, sonno e preoccupazione, la mascella indurita, la bocca storta in una smorfia di dolore, (mal) pitturata di lucida labbra rosa. Persino lo chignon biondo, quell’acconciatura da eterna ragazzina che
L’uomo che rispetta le donne perché le guarda sempre sorridendo. Sempre. Che dicano “oggi è nuvoloso”, “la cosa coseggia” o “la morte si sconta vivendo”, lui sorride. Che si organizzino per protestare in piazza o che allestiscano un burlesque, lui sorride. Che quella che ha davanti le stia
Val d’Aosta, bufera di neve, un esercito di nanetti con le pettorine colorate si accalca alla partenza dell’ovovia per cominciare la gloriosa lezione di sci. Due figli su tre sorridono nella tormenta ma il terzo, 4 anni, di andare in vetta non ne vuol proprio sapere. Piange sconsolato
Nei sondaggi per i prossimi Oscar, Cate Blanchett è la favorita per il film diretto da Woody Allen. Ride la diva australiana, già cinque nomination agli Oscar con una vittoria (attrice non protagonista nel 2005, nei panni di Katharine Hepburn in The Aviator ). Paragonata a Meryl
imagedi Giovanna Piaia L'esperienza ravennate è ben descritta nel libro ''Strada alle Donne''al femminile. Toponomastica al femminile nel comune di Ravenna, realizzato per sottolineare e rendere maggiormente visibile un percorso aperto dall'amministrazione comunale al riconoscimento delle figure
imageFORUM ANARCHICO RIVOLUZIONARIO - REBELLYON.INFO Prostituzione: libertà sessuale o libertà di consumare sesso?  Les anarchistes et le système prostitutionnel Mélusine Ciredutemps - 2010 - (Traduzione di Maria Rossi) Da secoli, la prostituzione
imageAnche GiULiA festeggia i 60 anni della Rai, riproponendo l'intervista di Rainews a Bianca Maria Piccinino, prima giornalista a condurre un telegiornale.... Anche GiULiA festeggia i 60 anni della Rai, riproponendo l'intervista di Rainews a Bianca Maria Piccinino, prima giornalista a condurre un
image Il sessismo anche in libreria incomincia da piccoli... Il sessismo anche in libreria incomincia da piccoli Leggi tutto... http://giulia.globalist.it/Detail_News_Display?ID=60419&typeb=0
"E a un certo punto mi sono chiesto dove erano i miei amici, gli architetti,i creativi, quelli che la domenica si svegliavano tardi perché il sabato avevano fatto tardissimo. Semplice: erano a casa con i loro figli, perché nel frattempo avevano fatto famiglia". Gianni Pim
Da Firenze le compagne rispondono all’appello che arriva da Milano ed ecco un presidio organizzato in risposta alla preghiera dei no-choice davanti all’ospedale Careggi, largo Brambilla 3. Per sapere quali altre città ospedali saranno presidiati nelle nove ore di preghiera
imageOggi mi è capitato di leggere una lettera sull’amore di un genitore per i propri figli. L’autore di questa lettera ci spiega che amare i propri figli è piuttosto facile, che persino i genitori che fanno cose orribili ai loro figli probabilmente li
da Abbatto i Muri: Mi è capitato a volte di essere di malumore, perché un branco di cyberbull*, uomini e donne, mi insultavano, sicché vivevo poi la mia vita reale e quando c’era chi mi vuole bene a chiedermi “che ti è successo?” mi rendevo conto di
Buon compleanno, Simone, e grazie a te, al tuo coraggio e a quello che hai consegnato alle donne che sono venute dopo di te. Grazie per il tuo viaggio americano, che ti ha portato alle riflessioni da cui nacque Il secondo sesso. Un giorno raccontasti: “Poiché io stessa non avevo
"L’intervento di Renzi sulle unioni civili anche omosessuali deve essere ascoltato. Questo non è un problema che deve aspettare, non più". Maria Cecilia Guerra, viceministro per il Lavoro, ha tra le mani la delicata delega per le Pari opportunità. Non ha intenzione di
imagedi Caterina Della Torre Le pagine dei giornali ed i servizi televisivi sono spesso pieni di orrore. Anzi sembrano fatti apposta per rovinarci la digestione (colazione, pranzo e cena) o per farci pensare che il mondo stia rotolando  velocemente verso la sua autodistruzione
imageDopo il successo planetario dello spot «Thank you, Mom» che aveva accompagnato i giochi olimpici di Londra nel 2012, Procter & Gamble si fa ancora una volta «proud sponsor of Moms» per i giochi invernali che si terranno a Sochi, in Russia, dal 6 al 23 febbraio
  Era da parecchio tempo che al legislatore arrivavano sollecitazioni affinché intervenisse in tema di cognome paterno (attribuzione che, peraltro, deriva dal costume più che da una norma esplicita scritta nel codice). Si era espressa in questa direzione, per esempio, la Corte
Mio padre è al quarto piano, il più in alto. Nella foto ha una mano alzata, e a me ogni volta sembra che voglia darmi una carezza quando arrivo, e salutarmi quando mi allontano. Sono andata a trovarlo il 26, come ogni Natale da quando se n'è andato. Non faceva freddo. In
Domenica, mentre raggiungevo la libreria Tuba, al Pigneto, ho visto su un muro la scritta “Rivoltati ora, non nella tomba”. Provo a ripartire da questa frase  per un’ulteriore riflessione su quello che, almeno secondo me, non è un fenomeno spicciolo. La vicenda
La recensione di oggi sullo spettacolo "L'Origine del Mondo. Ritratto di un interno". L'occasione è speciale per le lettrici e i lettori de La27Ora perchè il Teatro Franco Parenti offre a tutti voi una promozione: acquistando il biglietto con il codice
imageStamattina sul blog di Beppe Grillo è apparso questo post, in onore di Pier Luigi Bersani: Oggi tutti, soprattutto i falsi amici, fanno gli auguri di una pronta guarigione a Bersani. E’ un coro sospetto di personaggi che, in molti casi, devono a lui carriera e successo
Negli ultimi giorni hanno suscitato, sul web e tra la gente profonda partecipazione emotiva le vicende di Michael Schumacher e Pierluigi Bersani. Il primo, dopo un grave incidente mentre sciava, è stato ricoverato, indotto in coma farmacologico ed è tutt’ora in condizioni critiche, mentre il
Una madre e una figlia, una famiglia i cui componenti entrano ed escono dalla scena e dalla vita, più una psicanalista. Il ritratto di un interno, casalingo, ma soprattutto umano è quello che sta alla base dello spettacolo teatrale rappresentato al Franco Parenti dal 7 all'11
imageNel giugno del 2012 muore, a causa di ustioni gravi sul 60% del corpo,  Steven Simpson. Steven Simpson aveva 18 anni, era gay e soffriva della sindrome di Asperger. Per questi motivi era stato vittima di atti di bullismo, a causa dei quali sua madre si era convinta a cambiare casa
Il tradimento online va alla grande. Per cominciare. Siti come il francese Gleeden e il canadese Ashley Madison, diventati in poco tempo fenomeni planetari, sovrastano ormai chat e social network. Pure Le Monde si è recentemente interessato al numero crescente di profili (1,8 milioni e
La prima iniziativa, in Calabria, è stata il 2 novembre scorso di fronte all’Annunziata di Cosenza. Il Quotidiano della Calabria, il 31 ottobre, ne affidava il merito a Valentina Bruno, “fervente sostenitrice del progetto e coordinatrice provinciale del comitato ( no194 n.b.)
imageMail inviata a Laboratorio Donnae “Il sesso che verrà”, mi pare fosse questo il titolo dato alla discussione proposta  venerdì sera – 3 gennaio – nella  trasmissione Otto e Mezzo … Continua a leggere →... Mail inviata a Laboratorio Donnae
imageContromanifestazione davanti all'ospedale di Careggi, dove era annunciata l'iniziativa pro-life, contro l'aborto.... Contromanifestazione davanti all'ospedale di Careggi, dove era annunciata l'iniziativa pro-life, contro l'aborto.Leggi
È il punto di non ritorno. Nell’America in cui l’avvocato e manager Michelle Obama, con titoli di studio a Princeton e Harvard, dichiara che "alla fine della giornata il mio titolo più importante è quello di mom-in-chief", mamma in capo (e viene bollata come
E’ di buon auspicio iniziare un nuovo anno con propositi di miglioramento, nel privato così come nel politico, e uno spunto interessante che ho trovato è quello offerto dall’articolo della columnist del Times, Janice Turner. Il concetto, non popolarissimo in Italia, che la Turner richiama è uno tra
Da Intersezioni: “I/Le sex worker si trovano spesso di fronte a preconcetti radicati, per via dei quali se non divulghiamo le nostre storie tragiche e le esperienze umilianti che abbiamo affrontato, corriamo il rischio di non essere credut* da molte persone appartenenti al movimento
Da Abbatto i Muri: Io quella notte c’ero. Come tanti compagni e compagne ero lì. Stavo alla Diaz, o meglio, alla Pascoli, che era la scuola di fronte. Dove c’era il legal team, la stampa e tutto il gruppo di informazione indipendente incluse le radio militanti e indymedia. Quel
La Repubblica Centrafricana è uno dei paesi più poveri del mondo, lontano e sperduto nel cuore del continente nero. Qui, il sistema internazionale sembra essere andato in corto circuito. Da oltre un anno imperversa una guerra tra milizie islamiche e milizie cristiane, che fanno a gara di
imageSei un/a neolaureato/a con un background in comunicazione o gestione progetti? Hai voglia di fare una prima esperienza di lavoro con noi, diventando uno dei padroni di casa di Piano C? Leggi tutto >>... Sei un/a neolaureato/a con un background in comunicazione o
"Ho vissuto per sedici anni sotto il burqa durante il regime talebano". Wida Sharifi è vice direttrice del Dipartimento degli Affari Femminili di Herat, da anni impegnata nella lotta al superamento della sottomissione femminile in Afghanistan. In un’intervista esclusiva a Corriere.it
Se un papà e una mamma vogliono dare al proprio figlio o alla propria figlia il solo cognome materno, hanno il diritto di farlo e nessun funzionario dell’anagrafe o magistrato di qualsiasi grado può loro impedirlo. Lo ha decretato ieri la Corte europea dei diritti
imagedi Caterina Della TorreAlessia Mosca, un nome una garanzia. Quello che le sta al cuore, riesce4 ad ottenerlo. Così è stato per la legge bipartisan che ha promosso insieme a Lella Golfo e che poi è divenute operativa. Minuta e longilinea , con un Leggi tutto >>... di
Negli ultimi giorni hanno suscitato, sul web e tra la gente profonda partecipazione emotiva le vicende di Michael Schumacher e Pierluigi Bersani. Il primo, dopo un grave incidente mentre sciava, è stato ricoverato, indotto in coma farmacologico ed è tutt’ora in condizioni
Il 5 dicembre scorso si è svolto al PAN - Palazzo delle arti di Napoli il convegno conclusivo del progetto “Casa delle Cultura delle Differenze” con la presentazione dei risultati di un percorso che, a partire dalla sistematizzazione dei documenti del Centro Donna, passando dal
Ho potuto dare ai miei due figli anche il mio cognome, ormai 23 (e poi di nuovo 18) anni fa, solo perché sono figlia unica, e quindi nella motivazione pubblicata dalla Gazzetta Ufficiale che ha sancito l’aggiunta del mio al cognome del padre c’è scritto che altrimenti, in mancanza di un fratello
Sono stata ieri con mia figlia di sette anni a vedere Violetta in concerto. Che esperienza! Che delirio! Una valanga rosa di bambine-ragazzine-piccole donne esaltatissime per la ricca orfana di mamma (chiaramente doveva essere così, se no che Disney sarebbe stato? I migliori cartoni animati
L’articolo che apre questa mattina l’edizione on line deIl Fatto quotidiano ha, nel momento in cui scrivo, 976 commenti. I 976 commenti sono preceduti da un avviso: “evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic. Abbiamo bisogno del tuo parere”
05
Gen
2014
imagedi Caterina Della Torre Una storia che potrebbe essere drammatica o quantomeno non allegra. Invece è un film di atmosfera tutta inglese anche se il regista è italiano, Umberto Veronesi(il produttore di Full Monty) John May, un impiegato diligente e premuroso Leggi tutto >>..
Infine, come si è visto nelle città in cui i vari contropresìdi sono stati realizzati dalle compagne e dai compagni per la libertà di scelta, la storia delle preghiere è un bluff. In quei luoghi c’erano pochissime persone, per lo più uomini, oramai
Arrivata in Italia quattro anni fa, quando ne aveva appena otto, Bianca venne iscritta direttamente al terzo anno della scuola primaria. La Maestra Fabrizia non si perse d’animo e sparse nella classe dei post-it in cui i nomi di ogni oggetto erano scritti nelle due lingue, italiano e
Contro presidio per la libertà di scelta a Milano e Firenze e anche a Cosenza stamattina. Di Milano dicevamo QUI. A Firenze uomini e donne hanno trovato a fare preghiere (si fa per dire) antiabortiste solo 3 uomini tra i quali uno ha detto “e cosa c’entrano le donne?“. QUI
imageIl giornale di Maurizio Belpietro accusa la commissaria straordinaria di essere bacchettona: ha ordinato di vietare immagini lesive della dignità della donna. Di [Ada Mollica]... Il giornale di Maurizio Belpietro accusa la commissaria straordinaria di essere bacchettona: ha ordinato di
Ana Requena Aquilar Foto della collezione 'Princesas caídas' deDina GoldsteinCenerentola e il suo principe si sposarono e vissero felici e contenti. La stessa cosa è accaduta con Biancaneve, Aurora, la Bella e tante altre principesse dei racconti Leggi Tutto
imagedi TK Brambilla Questa volta non sono d’accordo con Maria G. Di Rienzo, pur comprendendo che la sostanza della sua polemica ha come obiettivo i media. Fin dal titolo la tagliente ironia colpisce le donne rappresentate dai media e non i media stessi, peraltro facendo proprio lo
imageGrazie alla petizione lanciata da: La Fédération Nationale Solidarité Femmes SOS Les Mamans Collectif abandon de Famille – Tolérance Zéro L’Enfant d’Abord AJC l’emendamento al progetto di legge francese “Parità tra